Categorie
Notizie

Forze dell’ordine e Siae – Controlli a MilanoForze dell’ordine e Siae – Controlli a Milano

Inoltriamo una informazione dal sito della Siae, che potete consultare qui. La notizia riguarda un controllo in un locale milanese e le conseguenze per il DJ sprovvisto di licenza per le copie lavoro Siae. Di seguito, uno stralcio dell’articolo:

“Per le violazioni alla legge sul diritto d’autore (ex L. 22/04/1941 e succ. modif.), è stato accertato l’utilizzo da parte di un disc-jockey, sprovvisto della specifica licenza rilasciata dalla Siae, di centinaia di brani illecitamente riprodotti e per questa ragione oggetto di sequestro. I responsabili sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria.
Il regolamento che disciplina l’apposizione del contrassegno Siae sui supporti “di lavoro” realizzati dai D.J. (ex DPCM 23 febbraio 2009 n. 31), prevede l’esenzione dell’obbligo di apposizione del predetto bollino solo se questi sono muniti di autorizzazione Siae. Del pari, la riproduzione abusiva di copie di registrazioni fonografiche contenenti opere protette dal diritto d’autore è punita con sanzioni penali e amministrative (ex art.i 171, 171 ter e 174 bis della richiamata Legge Speciale, n. 633/41, in quanto applicabili).”Inoltriamo una informazione dal sito della Siae, che potete consultare qui. La notizia riguarda un controllo in un locale milanese e le conseguenze per il DJ sprovvisto di licenza per le copie lavoro Siae. Di seguito, uno stralcio dell’articolo:

“Per le violazioni alla legge sul diritto d’autore (ex L. 22/04/1941 e succ. modif.), è stato accertato l’utilizzo da parte di un disc-jockey, sprovvisto della specifica licenza rilasciata dalla Siae, di centinaia di brani illecitamente riprodotti e per questa ragione oggetto di sequestro. I responsabili sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria.
Il regolamento che disciplina l’apposizione del contrassegno Siae sui supporti “di lavoro” realizzati dai D.J. (ex DPCM 23 febbraio 2009 n. 31), prevede l’esenzione dell’obbligo di apposizione del predetto bollino solo se questi sono muniti di autorizzazione Siae. Del pari, la riproduzione abusiva di copie di registrazioni fonografiche contenenti opere protette dal diritto d’autore è punita con sanzioni penali e amministrative (ex art.i 171, 171 ter e 174 bis della richiamata Legge Speciale, n. 633/41, in quanto applicabili).”

Lascia un commento